Legata con lo spago o chiusa male da serrature rugginose, ogni valigia è come tutte le altre, ma nessuna è uguale a nessun’altra

ideato, scritto e diretto da Carmine Califano

Migranti fu presentato per la prima volta nell’autunno del 2004. Il lavoro, nato in laboratorio, è diviso in due parti: nella prima raccontiamo il fenomeno della migrazione guardando nei nostri album di famiglia dove ritrovare foto ingiallite di nonni sbarcati, a bordo di piroscafi dai nomi affabulanti, nelle Americhe prima, e in seguito partiti con le valige di cartone alla ricerca di lavoro in Svizzera, Germania, Belgio. Una migrazione durata più di mezzo-secolo. Nella seconda, narriamo qualcosa (che negli anni è cambiato!) su chi arriva o tenta di arrivare, nel nostro Paese. Tutto lo spettacolo si basa su documenti e testimonianze autentiche naturalmente drammatizzate.
Nel 2006 lo spettacolo è selezionato per il Festival delle Arti di Bologna, dove arriva nella terna finale per la sezione Teatro.

Nello stesso anno ottiene il Premio Campania Felix per la regia. Nel 2007 è finalista al Premio Sele d’Oro. Nel 2009 ottiene il Premio Critica come miglior spettacolo, per la miglior regia e attore protagonista al Festival In viaggio con Enea; nel 2011 è premiato come miglior regia al Festival In Mota Manens e, nello stesso anno, è presente al Festival Artisti e Artiste contro il razzismo di Vallombrosa.
Con il passare degli anni e con il cambiamento del fenomeno migratorio nel nostro Paese, lo spettacolo ha subito continue variazioni, sia nel cast che nei contenuti. Nel 2015 abbiamo riscritto del tutto la seconda parte “adeguandola” ai cambiamenti ed alle nuove sensibilità sul fenomeno migratorio, rimettendolo in repertorio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...