Carne ‘e maciello

Quando sentivo in televisione di qualcuno che moriva sul posto di lavoro, pensavo alle mogli, ai figli, ai genitori.
E non ho mai pensato che potesse toccare a me un giorno o l’altro trovarmi in quella situazione.

ideato, scritto e diretto da Carmine Califano

É un grido di dolore contro l’indifferenza! L’indignazione da sola non può bastare al cospetto dei 1000 morti all’anno e degli 800mila infortuni sul lavoro. Ma quanto gridare per squarciare il silenzio di morti oramai trasparenti?!?
Lo spettacolo è ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti. Attraverso la creazione collettiva abbiamo cercato di porre l’accento su un tema così delicato e tragico cercando di metterci dal punto di vista di coloro che rimangono (mogli, figli, compagni di lavoro, padri e madri) costretti a fare i conti con un dolore inatteso, inaccettabile, incomprensibile e, molto spesso, annunciato o prevedibile!

Se avessi saputo che stamattina sarebbe stata l’ultima volta che ti avrei visto uscire dalla porta di casa e dalla mia vita, non ti avrei lasciato andare con quel banale ci vediamo stasera“. Questa sono le parole con le quali inizia lo spettacolo e questo è il sentimento che abbiamo messo/trovato nelle piccole storie che raccontiamo con Carne ‘e maciello (espressione che nel nostro dialetto è riferita a chi vale poco o niente, abbandonato in partenza al proprio disperato destino). É un urlo di pietà dunque, lanciato a chiusura dello spettacolo attraverso il simulacro di una sequela di lenzuola bianche stese sul dolore di chi rimane.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...