liberamente tratto dal racconto Scarpe Nuove
scritto e diretto da Carmine Califano
con Riccardo Sorrentino e Vanna De Prisco

La bugia più comune è quella con cui un uomo inganna se stesso. Ingannare gli altri è un difetto relativamente sano”, scriveva Nietzsche. Ma se appare facile essere ingannato da qualcuno ed ingannare qualcuno è possibile solo se egli non crederà che lo si stia ingannando, com’è possibile ingannare se stessi se questo significa fargli credere qualcosa che sappiamo essere falso?!

Chi volesse ingannare se stesso dovrebbe far credere a se stesso qualcosa di falso. Ma di questo è consapevole! Un paradosso… Se non ci fosse il desiderio a scompigliare le cose.

Trovandosi nello stesso istante di fronte a scelte contrapposte – la verità e l’inganno – la mente risolve il dilemma considerando quella che porta maggiori vantaggi nel presente. Si convince che l’agire legato all’inganno, che obbedisce al desiderio del momento, sia conveniente e non possa fare del male. Solo in seguito si preoccuperà del “problema” causato da quell’inganno.

Dunque, ci si autoinganna principalmente perché creiamo attenuanti in base alle quali “riconsideriamo” la verità in base alle circostanze.

I condizionamenti presenti (il desiderio di un oggetto o di una persona, la stimolazione a determinate cause esterne, ciò che crediamo ottenga maggior considerazione sociale per un certo agire) “depotenzia” ciò che sappiamo (crediamo) vero, fino ad indurci ad accettare ciò che sappiamo (o appare) falso! È quello che fanno i due protagonisti di questo testo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...